Gli sviluppatori di Oceanhorn parlano di un "futuro brillante" per Nintendo Switch

Mi sto seriamente informando per fare il cambio di console e passare alla Switch sebbene so già che perderò moltissimo in termini di prestazioni e multimedialità, ma oggettivamente guadagnerei moltissimo in mobilità.

Repo valuta datato l'aspetto tecnico della console di casa Ninntedo, ma non per questo la boccia e, anzi, spiega che sviluppare per Switch è stato piacevole, anche se la software house per cui lavora sviluppa soprattutto per iOS.

La/il Nintendo Switch - una console da gioco ibrida, portatile e fissa allo stesso tempo - è un successo tale che la stessa azienda sta facendo fatica a soddisfare la richiesta e sugli scaffali (pure quelli nostrani) non è poi facilissima da trovare.

"Nintendo Switch - spiega Heikki Repo - è già un hardware vecchio di un paio d'anni, perciò gli ultimi dispositivi iOS che usiamo per i nostri sviluppi sono già molto più potenti di Switch". Il numero assume ancor più rilevanza se lo si paragona a quanto fatto registrare da Wii U lungo tutto il suo ciclo vitale: 13,5 milioni di unità. Nintendo Switch potrebbe raggiungere quasi i 13 milioni di pezzi venduti entro il 31 marzo 2018.

"Oceanhorn è stato pubblicato la prima volta su mobile, quindi era un titolo davvero flessibile da portare su Nintendo Switch".


Popolare

COLLEGARE