Gerusalemme, attentato terroristico nel luogo di preghiera

Attimi di paura a Gerusalemme.

Tre assalitori palestinesi hanno hanno attaccato l'interno della Spianata delle Moschee. Tre le persone ferite, di cui due più gravi. Il capo della polizia di Gerusalemme, Yoram Halevi, ha ordinato la chiusura del Monte del Tempio e l'annullamento delle preghiere del venerdì. L'emittente televisiva "Al Aqsa", affiliata al movimento palestinese Hamas, ha definito l'attacco un "atto eroico", ma finora né Hamas, né altri gruppi hanno rivendicato la responsabilità dell'attentato. Lo riferiscono le autorita' di sicurezza israeliane.

I tre aggressori sarebbero originari della città israelo-palestinese di Umm el-Fahem, nel nord del paese. Resta ancora da chiarire come in una zona così sorvegliata sia stato possibile per gli attentatori far entrare armi da fuoco e soprattutto rimane da chiarire l'identità e l'eventuale appartenenza degli attentatori, non necessariamente legati ad Hamas.

Lo status quo al quale fa riferimento Netanyahu prevede la separazione tra fedeli ebrei e musulmani. Perquisita intanto dalla polizia la casa di uno dei tre assalitori a una sessantina di km a nord da Tel Aviv. Ad Um el-Fahem, secondo fonti locali, la polizia sta ispezionando la casa di uno di loro. L'assalto alle 7 del mattino nella spianata delle moschee. Le visite turistiche e le provocazioni occasionali si sono moltiplicate da quando è al potere Netanyahu, alleato con diversi partiti della destra oltranzista ebraica.

Terroristi hanno sparato contro gli agenti - I terroristi avrebbero sparato su un gruppo di agenti che si trovavano nei pressi della sinagoga e gli agenti avrebbero risposto al fuoco.


Popolare

COLLEGARE