Ford celebra il World Emoji Day puntando sulla sicurezza al volante

In Gran Bretagna e Stati Uniti la più utilizzata è la emoji con le lacrime di gioia e in Messico e Brasile quella con gli occhi a forma di cuore.

In ben tre continenti, da Dubai a Mosca, Londra, Dublino e San Paolo, centinaia di fan hanno invaso le città indossando le celebri ed espressive faccine protagoniste del film. Nel World Emoji Day, l'evento che si tiene in data odierna attraverso il quale vengono celebrate le simpatiche faccine che popolano le nostre chat (eh già... c'è un evento dedicato anche a questo), sono stati annunciati alcuni numeri che fanno davvero 'spavento' ai competitors. Quindi oggi è la quarta giornata mondiale delle emoji, quelle faccine che sembravano destinate all'oblio per una società evoluta, ma che invece addirittura hanno trovato conforto nella applicazione del Consorzio Unicode che si occupa di standardizzare i pittogrammi in modo che siano visibili su ogni dispositivo e sistema operativo al mondo per non far cadere nello sconforto l'umanità che vive col cellulare in mano e non per telefonare.

Stesso primato la Spagna, mentre in Francia vince la faccina che fa l'occhiolino, in Germania quella che sorride e nel Regno Unito l'emoji con le lacrime di gioia. Sono molte le aziende che utilizzano le Emoji per lo shopping. Per decretarlo, i ricercatori hanno passato al setaccio 427 milioni di messaggi di quattro milioni di utenti provenienti da 212 Paesi del mondo: ne è risultato che i francesi usano più emoji di qualunque altro popolo, seguiti dai russi e dagli americani.

Ford - Le Emoji, le "faccine" più famose di sempre, sono diventate così popolari negli ultimi tempi da essere anche le protagoniste di una pellicola cinematografica (The Emoji Movie) che arriverà in Italia alla fine del prossimo mese di Settembre.


Popolare

COLLEGARE