Diritti tv, Champions League su Sky con una stagione d'anticipo?

Pier Silvio Berlusconi da Montecarlo risponde: "Non ci sono trattative in corso, non lo escludo". Avere la Champions con un anno di anticipo può piacere anche a Sky.

La conferma arriva direttamente per bocca di Pier Silvio Berlusconi: "Sui diritti per la Champions per la prossima stagione non ci sono accordi, ma potrebbero arrivare nel prossimo mese e mezzo".

" Il prezzo è ancora de definire".

Quanto ai ricavi pubblicitari nel semestre, Mediaset ha fatto meglio del mercato crescendo del 2%, ma al netto del contributo delle radio che non rientravano nel perimetro di business di Mediaset nel 2016, il trend è di fatto stabile, "anzi si registra un leggero rallentamento rispetto al primo trimestre quando la crescita è stata del 2,3%". Tra le altre cose è stato anche annunciato un cambio radicale di strategia sul lancio di alcuni serial, che si potranno vedere prima su Infinity che sui canali generalisti Mediaset, con un lancio "day&date" con la messa in onda USA. "La Rai, che è una realtà ibrida perché vive di canone e di pubblicità, turba il mercato ed è un problema per tutte le realtà editoriali. E' l'unico caso rimasto in Europa". "Noi abbiamo parlato con Fazio - ha spiegato -, ma non siamo neanche arrivati all'ipotesi di un accordo. Sarebbe stato un bel messaggio presentarsi comunque, ma capisco anche che ha avuto tanti impegni e che forse ha avuto poco tempo per studiare". Non lo dico da figlio, ma da italiano e da imprenditore, che chiede solo che si realizzino cose utili al Paese. "Con il calcio qualunque cosa si faccia ci si perde: se prendi i diritti perdi soldi, se non prendi i diritti perdi abbonati", ha dichiarato il vicepresidente Pier Silvio Berlusconi.


Popolare

COLLEGARE