Calciomercato Inter, Sabatini: "Vidal e Nainggolan interessano, Di Maria non serve"

Ostenta serenità, il coordinatore tecnico delle squadre Suning, e per trasmettere un senso di leggerezza chiede anche una "pausa sigaretta", a metà conferenza, dopo avere annunciato di voler "scatenare un mercato silenzioso".

Un comportamento strano, ma che non necessariamente significherebbe qualcosa. "Poi sono stato testimone del grandissimo lavoro di Ausilio e Gardini prima del 30 giugno". Ma non mi sorprende. Vogliamo fare scelte concrete. Siamo molto soddisfatti anche di Skriniar. "Vedremo come le altre società faranno a pagare certi investimenti negli ingaggi". Pare infatti che il Manchester abbia messo l'ala francese Anthony Martial nel piatto [VIDEO], ma l'Inter abbia comunque chiesto un conguaglio di 20 milioni, che ai Reds sembra esagerato. Accettereste delle contropartite? Perché no... Dalbert per esempio lo vogliamo, ma abbiamo accettato di aspettare una richiesta del Nizza che vuole giocare con lui il preliminare di Champions e vuole farlo giocare. Non discuto il calciatore, ma bisogna vedere cosa serve alla squadra. Sono due operazioni molti importanti, seppur non roboanti. È un uomo molto generoso e molto coraggioso, a me bastano queste qualità per definirlo una grande persona.

Spalletti ha detto che la dirigenza ha fatto delle promesse: quali sono?

"Il mercato dell'Inter è in attesa di un'impennata che possa sovvertire l'inerzia di queste battute iniziali". Pallotta dice che Monchi è il miglior direttore sportivo al mondo ed io sono d'accordo.

Le strade dell'Inter e di Ivan Perisic sono destinate a separarsi.

"Perché ci si scatena anche in maniera silenziosa senza mosse pirotecniche da offrire a stampa e tifosi".

PINAMONTI - "Sarà il vice Icardi? È un giocatore formidabile, fortissimo, lo vogliamo trattenere". Restano dunque ancora da limare alcuni aspetti, ma - considerando anche la volontà di Nainggolan di proseguire la sua avventura alla Roma - c'è ottimismo per il buon esito finale: gli ulteriori e importanti passi in avanti di oggi sono la conferma di come le parti si stiano avvicinando sempre più. Ho visto il disagio tra lui e la Roma e ho detto l'Inter si mette a disposizione, ma è un loro giocatore. "Tuttavia non posso creare situazioni di prepotenza perché è della Roma".


Popolare

COLLEGARE