Terrorismo, blitz della Polizia: arrestato iracheno a Crotone

È una delle intercettazioni che hanno portato all'arresto a #crotone di Hussein Abs Hamir, un richiedente asilo di 29 anni, con l'accusa di fare propaganda a favore del #terrorismo di matrice islamica. Il giovane, inoltre, aveva esultato in occasione dell'attentato di Manchester e aveva il compito di fornire notizie, chiarimenti e materiali dello Stato islamico agli altri richiedenti asilo inseriti nel progetto sprar.

9 su 10 da parte di 34 recensori Crotone. L'uomo dovrà rispondere alla accuse di associazione con finalità di terrorismo internazionale e istigazione a delinquere. Lo dice lo stesso ministro dell'Interno, Marco Minniti, che ha fatto pervenire le sue congratulazioni al capo della Polizia, Franco Gabrielli.

Le indagini portate avanti dalla polizia di Crotone, coordinate dalla Procura distrettuale antimafia di Catanzaro, hanno permesso di intercettare una conversazione nella quale il 29enne diceva alla sorella che, nonostante qualcuno gli avesse chiesto di rientrare in patria per partecipare alla guerra santa, lui doveva restare in Italia per redimere gli infedeli dichiarando che "a queste persone dovrebbe essere tagliata la gola".

Catanzaro - "Siamo dovuti intervenire perché abbiamo ritenuto concreto il rischio di una fuga". Il procuratore Gratteri, l'aggiunto Bombardieri e il sostituto procuratore Paolo Petrolo hanno firmato velocemente una richiesta di custodia cautelare nei confronti del 29enne, che è stata accolta in tempi rapidissimi dal gip Assunta Maiore.

Operazione antiterrorismo della Polizia di Stato di Crotone. Nel 2012 è stato fermato appena sbarcato dalla Grecia sulle coste pugliesi. All'atto di istruire la pratica per il riconoscimento dell'asilo politico, l'indagato aveva riferito di parlare correttamente il curdo sourani, di aver svolto il servizio militare e di aver fatto parte di Hezballad, un'organizzazione paramilitare libanese, nata a giugno 1982 e divenuta successivamente anche un partito politico siita del Libano dal 2005 al 2007, comunicando di essere partito dall'Iraq a gennaio 2008 e di essere stato in Turchia e in Grecia prima di arrivare in Italia.


Popolare

COLLEGARE