Ritrovato il corpo del 18enne annegato ad Anzio

Il diciottenne Francesco Palone, originario di Artena, era stato inghiottito dalle onde del mare ieri pomeriggio.

Anzio e Terracina, in poche ore, sono diventati i luoghi di due tragedie consumate in mare: ieri, il litorale laziale aveva un mare particolarmente mosso e poco adatto ai bagni. Francesco stava facendo il bagno con una sua amica quando le correnti, forti in alcuni punti, lo hanno messo in difficoltà. Improvvisamente il ragazzo ha iniziato ad annaspare e chiedere aiuto. I ragazzi, per la loro gita, avevano scelto la spiaggia libera delle Grotte di Nerone, ad Anzio.

"Le condizioni in cui stiamo operando sono molto difficili - ha spiegato l'ispettore della Polmare Antonio Oliviero - Il mare purtroppo è in aumento e la visibilità sul fondale, in prossimità delle scogliere dove stanno operando sommozzatori dei vigili del fuoco, è molto scarsa". Il personale della Capitaneria di Porto già in zona per il monitoraggio costante dell'area, lo ha subito avvistato e lo sta recuperando proprio in questo momento. Il ragazzo alle 17,30 avrebbe dovuto riprendere il pullman per tornare a casa. Le ricerche sono poi ripartite oggi all'alba, poi la tragica notizia.


Popolare

COLLEGARE