Milano, magliette bianche a concerto Radio Italia in piazza Duomo

L'accesso sarà consentito fino all'esaurimento della capacità ricettiva della piazza, stabilita in 23.500 persone.

Alla luce dei fatti di Torino e dell'allerta terrorismo, le misure di sicurezza per il concerto Radio Italia Live del 18 giugno a Milano sono davvero imponenti.

Superato il numero nessuno potrà accedere dai nove varchi lungo il perimetro transennato, dove gli agenti controlleranno persona per persona con il metal detector: un pubblico ridotto rispetto alle previsioni, visto che si attendevano 100 mila fan. Al raggiungimento dello spettatore numero 23.500, niente da fare: tutti gli altri a casa.

Del resto "la musica è più forte, ci sarà sempre e sarà sempre, e per tutti, pace, purezza e libertà". Il regolamento riguarderà anche l'ingresso dei fan in piazza Duomo e tutto ciò che non potranno portarsi dietro. L'obiettivo: garantire il deflusso della gente, una volta chiusa la piazza, nel minor tempo possibile. (Tra l'altro, nel lunghissimo elenco dei "divieti" non manca qualche curiosità, ormai comune a tutti i grandi concerti ma comunque utile da ricordare: guai a portarsi dietro gli stick per i selfie o a provare a introdurre dai tablet allo spray antizanzare). Annalisa, Andrea Bocelli, Emma Marrone, Francesco Gabbani, Giorgia, J-Ax e Fedez, Fiorella Mannoia, Nel, Samuel e Umberto Tozzi. Il controllo si estenderà nelle zone limitrofe a Piazza Duomo e sarà impossibile portare in piazza lattine o bottiglie di vetro così come venderle. Alla riunione di ieri presieduta dal prefetto Luciana Lamorgese è stato anche deciso di replicare per lo show di Tiziano Ferro, in programma domani, le misure già testate per il concerto di Van De Sfroos.


Popolare

COLLEGARE