Milan, dopo Gattuso un'altra bandiera? Vicino il ritorno di Abbiati

Da tempo una figura di questo tipo e, dopo che negli ultimi mesi sono circolati i nomi, tra gli altri, di Paolo Maldini e Massimo Ambrosini, il club meneghino ha individuato in Abbiati il giusto profilo per rivestire una carica così importante. Ad ufficializzare la notizia, ci ha pensato la società stessa, attraverso un comunicato apparso sul proprio sito.

Ma quale sarà la sua funzione? In queste ore è arrivata l'ufficialità da parte del club rossonero, che ha voluto ingaggiare l'ex portiere per fare da collante tra la squadra ed il Responsabile dell'Area Tecnica e Direttore Sportivo, Massimiliano Mirabelli.

Christian Abbiati torna in rossonero. Dopo la scelta di Gennaro Gattuso come allenatore della Primavera, la nuova proprietà vorrebbe circondare Milanello e la dirigenza di bandiere rossonere. L'ex portiere un anno fa circa aveva dato l'addio al calcio giocato al termine di una stagione decisamente negativa per i rossoneri, preferendo dunque appendere i guantoni al chiodo piuttosto che continuare. Alla sua prima stagione da titolare, e grazie alle sue parate (su tutte, quella di Perugia del 23 maggio 1999), Abbiati aiutò i suoi compagni di squadra alla conquista dello scudetto. Abbiati arrivò al Milan nel 1998: una parentesi tra 2005 e 2008 (tra Genoa, Juventus, Torino e Atletico Madrid) per poi rientrare in rossonero a giugno 2008.

Abbiati ha vestito la maglia rossonera del Milan per ben 15 anni, collezionando ben 336 presenze col club lombardo, con cui ha vinto una Champions League, tre Scudetti, una Coppa Italia, tre Supercoppa Italiana e due Supercoppa Uefa.


Popolare

COLLEGARE