Ius soli: M5s, in Ue non esiste

Nel dibattito pubblico e nelle cronache è nota come legge sullo ius soli e riguarda il diritto alla cittadinanza dei bambini stranieri nati in Italia (lo ius soli, appunto, il diritto che nasce dal legame con un territorio).

"Per ottenere la cittadinanza-chiarisce-, invece, bisogna rispondere a parametri molto rigidi: un bambino diventa italiano se uno dei due genitori si trova legalmente in Italia da almeno 5 anni". Oppure, potevano ottenere la cittadinanza i figli di cittadini stranieri che avessero compiuto almeno un ciclo scolastico nel nostro paese. I potenziali beneficiari sono gli stranieri arrivati in Italia prima della maggiore età e legalmente residenti da almeno sei anni.

Non solo. Per quanti sono extracomunitari, è richiesto anche un reddito minimo, un alloggio idoneo, il superamento di un test di conoscenza della lingua. A questo punto, su domanda dell'interessato, sentita l'Amministrazione Comunale e le forze di polizia, il Prefetto potrebbe, a sua discrezione, concedere la cittadinanza. Nella questione dello 'ius soli', in discussione in questi giorni al Senato, interviene il movimento Agire per il Trentino che sottolinea il fatto, in questo momento storico, in cui non si riesce ancora ad uscire da questo declino economico e sociale, come il centro-sinistra continui a cercare di dividere la comunità sperando di distogliere l'attenzione dalle emergenze che dilagano indisturbate nel nostro Paese. Lo Ius soli temperato permetterebbe a circa 600mila ragazzi nati dal '98 a oggi di diventare cittadini italiani. Il permesso di soggiorno ha una validità minore di un anno, quindi poi devi fare tutto ciò che devi fare in quella finestra di tempo: convalidare gli esami universitari, cosa che non puoi fare se non hai un permesso di soggiorno in corso di validità, o anche rinnovare la patente. Dal confronto con gli altri punti della legge sembra di capire che questa sia una possibilità di cui potranno avvalersi soprattutto i minori giunti nel nostro Paese tra i dodici anni (al di sotto dei quali è previsto il diritto alla cittadinanza nei termini illustrati in precedenza) e i diciotto.

Secondo le norme attuali, in vigore dal 1992, un ragazzo nato in Italia da genitori stranieri può richiedere la cittadinanza entro un anno dal raggiungimento della maggiore età.

In particolare Donald Trump aveva detto di volere revocare la cittadinanza automatica per i bambini nati in America da immigrati irregolari, un'idea che, secondo un sondaggio della Cbs, troverebbe un discreto consenso (il 54 per cento) tra gli elettori repubblicani.

Come funziona in altri paesi europei. Nel primo caso si tratta di un permesso di soggiorno rilasciato ai cittadini comunitari che abbiano soggiornato legalmente e in via continuativa per cinque anni nel territorio nazionale.


Popolare

COLLEGARE