Il Cile in finale di Confederations Cup

Il Cile di Pizzi riesce ad avere la meglio sul Portogallo di Santos e Cristiano Ronaldo solo dopo la lotteria dei calci di rigore. Oggi l'altra semifinale, Germania-Messico.Partita equilibrata e divertente alla Kazan Arena, almeno nei primi settanta minuti. La partita è stata molto equilibrata ma forse i cileni hanno meritato il passaggio del turno in virtù delle 4 grandissime occasioni avute durante la partita. Nessuna emozione nel finale di primo tempo, si va all'intervallo a reti inviolate. L'ex Napoli, però, si fa ipnotizzare da Rui Patricio. Tra il 28' e il 30' è Aranguiz ad avere due chance per far male agli avversari: prima di testa e poi di destro, però, non inquadra lo specchio della porta.

Il neo-milanista André Silva, che aveva segnato nel precedente impegno, si segnala per il lavoro a servizio della squadra ma fallisce al 7′ un'ottima occasione quando spreca da distanza ravvicinata l'assist di Cristiano Ronaldo.

66' - Alta la punizione dal limite di Ronaldo. I tempi supplementari erano terminati sul punteggio di 0-0. Nel secondo tempo supplementare è sempre il Cile ad avere la supremazia territoriale e al 118 minuto costruisce due azioni da gol colpendo palo e traversa con Vidal prima e Rodriguez poi.

Gli abbonati a Sky Sport e Sky Calcio potranno usufruire anche del servizio Sky Go per guardare Portogallo Cile in diretta streaming live.

Termina con la vittoria ai rigori del Cile la partita infinita tra la nazionale sudamericana ed il Portogallo.

Decisive le parate del portiere cileno sui calci dagli 11 metri di Quaresma, Moutinho e Nani.

Questa sera conosceremo la prima finalista di questa edizione, probabilmente l'ultima, della Confederations Cup 2017. CR7 ci prova tre volte. A disp.: José Sá, Beto, Pepe, Moutinho, Danilo, Quaresma, Neto, Guerreiro, Pizzi, Nani, Gelson, Semedo.

Il Cile giocherà con il (5-3-2): Difesa dei pali affidata a Herrera; davanti troviamo Isla, Beausejour, Medel, Jara e Fuenzalida; centrocampo con Aranguiz, Diaz e Vidal; in attacco spazio a Sanchez, Vargas.


Popolare

COLLEGARE