Dimentica la moglie a Moncalvo e se ne accorge dopo quaranta chilometri

Ieri pomeriggio, un 59enne, ha chiamato il 112 e ha riferito di trovarsi a Chieri in Piazza Europa e di essere disperato perché giunto a Chieri, in moto, si è accorto di aver perso lungo il tragitto la moglie, che era in moto con lui. Quello che si prospettava come una terribile tragedia, per fortuna, si è trasformata in una farsa.

La vicenda sembra incredibile eppure è reale. Era la moglie. "Sono io, guarda che mi hai lasciata a Moncalvo, vieni a prendermi", ha detto.

La storia si è conclusa comunque bene (a parte conseguenze di coppia che non conosciamo...).

Di sicuro qualcuno penserà sia stato un atto volontario, che lei era una moglie poco sopportabile e che lui l'abbia piantata.

"Sei ripartito senza di me" - È stata infatti lei stessa ad avvisare il marito e spiegargli quanto realmente accaduto.

Mentre gli uomini delle forze dell'ordine raggiungevano il motociclista, l'uomo ha ricevuto una chiamata dalla moglie, che a sua volta aveva chiesto in prestito un telefono da un passante per chiamare il marito e rassicurarlo ma, soprattutto, per far si che l'uomo andasse a riprenderla. Se l'era "dimenticata" durante l'ultima sosta, in un piazzale a Moncalvo D'Asti. L'uomo è immediatamente ripartito per recuperarla.


Popolare

COLLEGARE