Caso Donnarumma-Milan, dalle 17 parla Mino Raiola

Il procuratore ha così esordito: "Innanzitutto, il portiere l'ha perso il Milan". Mino Raiola e Gigio Donnarumma nel mirino dei tifosi del Milan dopo il mancato rinnovo da parte del portiere rossonero. "Certo, anche se è con la Nazionale under 21 non devo per forza andare in Polonia per parlarci", conclude.

Nella mattinata di oggi, Raiola aveva convocato una conferenza stampa a Montecarlo, prevista per le ore 17.00, per spiegare le motivazioni del "No" dell'estremo difensore campano a tutti gli organi di stampa (italiana e internazionale).

Un buon senso cui il Milan sarà probabilmente costretto a piegarsi anche per motivi economici: se la cessione di Donnarumma in questo calciomercato potrebbe portare comunque una bella somma nelle casse rossonere, fra un anno Gigio andrebbe via a costo zero. "Questo vale per tutti non solo per Donnarumma, ma anche per gli altri giocatori e quelli che arriveranno". Poi l'atteggiamento dei dirigenti rossoneri durante le trattative sul rinnovo, nelle quali ci hanno kminacciato di non farlo giocare e di stroncargli la carriera in caso di mancato rinnovo: non credo che questa sia la politica migliore da intraprendere se una società vuole rinnovare il contratto a un proprio giocatore. Sicuramente giocherà nel Milan. "È l'allenatore che fa le scelte: non esiste dire che farà panchina o tribuna, non sta né in cielo né in terra - assicura -".


Popolare

COLLEGARE