Bill Cosby, giuria non decide: nullo il processo per violenza sessuale

È stato finora impossibile raggiungere un accordo fra i giurati, ai quali il giudice ha chiesto di continuare a lavorare verso un'intesa.

Il procuratore distrettuale Kevin Steele ha gia annunciato che non intende mollare la presa su Cosby e che ripresenterà l'accusa contro il popolare attore. La donna, una dipendente della Temple University che aveva conosciuto Cosby sul lavoro, lo aveva denunciato nel 2005 per essere stata drogata e violentata nella casa di Cosby a Philadelphia, l'anno precedente. Di diverso tenore il commento della moglie Camille, dall'inizio della vicenda accanto al marito, che come riportato da La Repubblica ha dichiarato:"Sono grata ai giurati per aver rivisto le prove, che è il modo giusto di procedere".

L'attore ha parlato pubblicamente proprio nelle scorse ore, ringraziando tutti i suoi sostenitori e chiedendo ai suoi fan di mantenere la calma. "La verità può essere schiacciata ma non distrutta".

La decisione rapprsenta una vittoria per la 79enne star televisiva, che avrebbe trascorso il resto della propria vita dietro le sbarre se fosse stato giudicato colpevole di tre imputazioni di molestie aggravate nei confronti della 44enne Andrea Constand, avvenute nel gennaio del 2004 a Philadelphia. "È un giorno importante, abbiamo lavorato duramente".


Popolare

COLLEGARE