Basket, finale scudetto: Bramos punisce Trento e Venezia è al match-point

Alle ore 18.15 di oggi, domenica 18 giugno 2017, si gioca Umana Reyer Venezia-Dolomiti Energia Trentino, match valido per gara 5 della finale scudetto del campionato di basket di serie A 2016-2017.

Trento entra in campo con la voglia di chi vuole bruciare il parquet e mettere subito in ghiaccio la gare, sorretto dall'entusiasmo coinvolgente di un pubblico che rappresenta veramente l'uomo in più.

L'ultimo quarto vede rientrare in campo Trento con una determinazione ed una forza tale da schiantare letteralmente Venezia, che rimane inerme dinanzi agli attacchi ben strutturati dei padroni di casa. Lo sforzo maggiore riservato alla difesa, inducendo la Reyer a 8 palle perse, e risparmio energetico in attacco (solo 3 palle perse) con la lucidità di uno strepitoso Aaron Craft (16 punti, 8 rimbalzi e 5 assist), anche lui, però, colpevole del black out nella volata finale che vedeva Trento presentarsi in vantaggio negli ultimi 5' (54-61). In attesa di Venezia-Trento, gara-5 della finale scudetto di basket, andiamo a rileggere alcune dichiarazioni rilasciate dall'allenatore della Dolomiti Energia Trento Maurizio Buscaglia al termine di gara-4, vinta dall'Aquila venerdì sera. La Reyer smette di giocare e tira al piccione, sbagliando otto tentativi consecutivi dall'arco, mentre Trento aggredisce con successo il ferro, grazie alle scorribande di Hogue, volando sul 20-5 a due minuti dalla prima sirena. La serie resta a Trento, con gara 4 fra qualche giorno, ma la squadra di De Raffaele ha riportato i favori del pronostico dalla propria parte. Negli Stati Uniti la chiamano "pivotal game", la partita attorno alla quale gira la serie e che rompe l'equilibrio. Forray e Craft provano a dare nuova linfa ai trentini in avvio di quarto quarto, ma si rivedono Ejim e Ortner con l'Umana che prende il largo a due minuti dalla fine. La Dolomiti Energia trova i punti di vari protagonisti, Hogue e Gomes su tutti, e scappa sul +15, prima di raggiungere il massimo vantaggio (31-13 al 13') con le triple di Forray e Flaccadori.


Popolare

COLLEGARE