Weah fa infuriare i tifosi del Milan: "Ho la Juve nel sangue"

L'attaccante liberiano, che ha vestito la maglia rossonera dal 1995 al 2000 e vinto due scudetti con lo stesso club, intervistato dall'Equipe non ha nascosto il suo amore per la grande rivale, ovvero la Juventus.

In Italia ha legato indissolubilmente la sua immagine a quella del Milan. Vedere Platini alla tv mi ha fatto innamorare di questa squadra. Il liberiano ha confessato di avere una passione fin qui celata: "La Juventus è la mia squadra del cuore fin da bambino".

Milan-Juventus, confessioni Weah - Un momento attuale sempre più complicato e un passato che si rivolta contro, perché l'ultimo schiaffo al Milan arriva da George Weah.

E chi se lo aspettava da uno che, nella seconda metà degli anni '90, asfaltava le difese con la maglia rossonera numero 9 sulle spalle e rappresentava la qualità e la forza del calcio per tantissimi tifosi del Milan. "Guardavo le giocate di Platini in televisione e mi sono innamorato di quella squadra". "Ho la Juve nel sangue, ma non ho mai avuto la possibilità di giocare in bianconero: lo desideravo tanto, ma non è stato possibile". Ero contentissimo, stavo per stringere la mano di un signore che poco prima ammiravo solo in televisione. "Avessi potuto scegliere, quando lasciai il Monaco sarei andato alla Juventus e non al Paris Saint Germain". Dopo avere giocato nel Monaco, avrei voluto vestire la maglia bianconera. Ma non è stato possibile, ed ho scelto il PSG.


Popolare

COLLEGARE