Notte dei Musei Roma 2017

Sabato 20 maggio, infatti, i maggiori luoghi ed istituzioni culturali del Belpaese prolungheranno il loro orario di apertura, consentendo l'entrata anche di sera, al prezzo simbolico di un solo euro.

Si celebra anche quest'anno, il 20 maggio, la "Notte europea dei Musei", iniziativa giunta ormai alla sua tredicesima edizione.

Infine, la Casa delle Muse di Montemurro (PZ) renderà omaggio a Jannis Kounellis (Pireo, 23 marzo 1936 - Roma, 16 febbraio 2017), pittore e scultore greco naturalizzato italiano, esponente di primo piano dell' arte povera ma, soprattutto, uno degli artisti più amati da Leonardo Sinisgalli. Nata dalla volontà di incentivare la frequentazione dei luoghi della cultura, la Notte dei Musei propone di aprire gratuitamente le porte alla visita delle collezioni anche in fasce orarie non abituali: un'occasione unica per un pubblico nuovo, specialmente di giovani, invitato a scoprire, complice l'atmosfera serale, quello che il ricco patrimonio museale riesce a narrare.

In occasione della Festa dei Musei, sabato 20 maggio, alle ore 18.00, alla Pinacoteca Nazionale di Siena, "Quel pasticciaccio brutto della Badia Ardenga".

L'appuntamento con la Notte dei Musei di Roma 2017 è dunque per sabato 20 maggio: dalle 20 alle 2 musei aperti, mostre, concerti e spettacoli.

Nell'ambito della Festa dei Musei, invece, a cui aderiranno diverse gallerie d'arte e siti archeologici di Roma, da segnalare, al Museo delle Civiltà, lo spettacolo teatrale di Simone Cristicchi dal titolo 'David Lazzaretti, l'ultima processione'.

Tema di quest'anno "Musei in Contes [x] t: raccontare l'indicibile nei musei" che punta i punta i riflettori sul patrimonio materiale e immateriale che per ragioni politiche, storiche, ideologiche è stato fino ad oggi emarginato o escluso dalla presentazione al pubblico.

Iniziativa inclusa nel biglietto di ingresso al museo. Previste quattro aperture straordinarie, fino alle 23, e ingresso libero, all'Oratorio dei Carmini, al Museo ornitologico, al Castello inferiore e all'Ecomuseo della paglia nella tradizione contadina, di Crosara.


Popolare

COLLEGARE