Hamilton vs Vettel, duello epico al Montmeló

Lotta all'ultimo respiro per la conquista della pole position del Gp di Spagna di Barcellona tra Mercedes e Ferrari, tra Hamilton e Vettel (tanto per cambiare). Lewis Hamilton è tornato davanti a tutti con un Bottas che gli protegge le spalle per soli 90 millesimi.

Nella fase finale di gara, mentre Vettel inseguiva Hamilton a circa tre secondi, il pilota della Ferrari si è confrontato con il muretto circa un possibile 'piano C' relativo alla strategia: "Avevamo un vantaggio enorme su Ricciardo, quindi avremmo potuto fare qualunque cosa - ha spiegato Vettel - Non eravamo sicuri, abbiamo discusso a lungo per cercare di inventarci qualcosa, magari speravamo che Lewis faticasse con le gomme alla fine, ma il fatto è che la pista si gomma sempre più e gli pneumatici durano di più, quindi non ha avuto nessun problema e non sono riuscito più ad avvicinarmi".

MERCEDES 10: Stare qui a dire che la Mercedes è stata antisportiva, che hanno rubato la gara sacrificando un pilota e ostacolandone un altro, sono tutte fesserie.

A punti, dal 4° al 10°, Perez (Force India), Ocon (Force India), Hulkenberg (Renault), Wehrlein (Sauber), Sainz (Toro Rosso), Kvyat (Toro Rosso) e Grosjean (Haas).

Kimi Raikkonen il migliore nelle FP3, Sebastian Vettel è 2°.

Pole mancata di un soffio, invece, per Sebastian Vettel. Problemi sulla Mercedes di Bottas, perdita d'acqua sulla Power Unit, su cui si è lavorato sin dalla notte. Da lì alla fine Lewis ha avuto vita facile - grazie alla perfetta gestione degli pneumatici - per centrare il suo successo n.55 in carriera (il secondo quest'anno dopo quello di Shanghai), nonostante Vettel non si sia mai arreso, e sia stato ancora una volta rallentato da Massa nel doppiaggio come accadde a Sochi. Terza fila per le due Red Bull di Verstappen e Ricciardo.

Force India 7 - Si conferma in uno splendido momento. Il tedesco sembra essere più lento delle due Mercedes solo nel terzo settore mentre riesce ad essere il più veloce nel primo, segno che domani potremo vedere una grande partenza. Nel frattempo impazza la battaglia tra Magnussen e Sainz per l'ottava posizione, con i due che lottano anche in pit-lane, durante la prima sosta, venendo quasi al contatto. Pronta a lottare per il titolo fino alla fine contro la nuova W08 resa ancora più temibile dagli sviluppi, e capace di far dormire sonni poco tranquilli ad Hamilton, Toto Wolff e Niki Lauda. Ferrari 135; 3. Red Bull 57; 4.


Popolare

COLLEGARE