Formula 1: in Spagna pole position per Lewis Hamilton, secondo Vettel

Lewis Hamilton vince il gran premio di Spagna di Formula 1, quinta prova del mondiale 2017.

Meno fortunato, invece, Kimi Raikkonen, costreto al ritiro per la rottura di una sospensione dopo un contatto nel traffico. Il trionfo al Montmelò che ha riaperto i giochi in classifica piloti, col gap nei confronti di Vettel ridottosi a 6 lunghezze, rende particolarmente euforico il britannico della Mercedes che ammette: "Questa è stata una delle gare più difficili della mia vita, perché Sebastian ha guidato in maniera fantastica ed è un privilegio correre contro di lui".

Dopo il sorpasso Vettel aveva guadagnato un discreto vantaggio su Hamilton ma il regime di Virtual Safety Car lo ha danneggiato consentendo ad Hamilton di trarre un grosso vantaggio anticipando la sosta e montando le gomme soft. Gli unici team a superare il Q1 utilizzando un solo set di pneumatici soft sono stati Mercedes, Ferrari e Red Bull. Il secondo è stato costretto a ritirarsi dopo essere stato coinvolto in un incidente durante la partenza. Il tre volte campione del mondo della Mercedes ha preceduto al traguardo Sebastian Vettel e Daniel Ricciardo, che ha approfittato dei ritiri di Bottas, Raikkonen e Verstappen. Sergio Perez ed Esteban Ocon hanno gestito ottimamente la corsa, approfittando anche dei guai altrui, risalendo fino ai piedi del podio. Vettel, in testa alla gara, azzarda una strategia particolare con le gomme: entra infatti a fare il pit stop molto anticipatamente, al quattordicesimo giro.

Al giro 40, l'altra Mercedes, quella del finlandese Valtteri Bottas, esce fuori pista nel secondo settore, a causa di problemi al motore, con del fuoco sotto la sua W08. Subito Hamilton ha firmato il giro più veloce mentre Vettel è rientrato quarto ma si è ripreso subito la terza posizione superando Ricciardo.

Più polemico Raikkonen: "Le condizioni non erano delle migliori, con il vento che si è fatto sentire". Ma la gara è lunga, sono previsti ben 66 giri di pista.

Erano rimasti fuori dalla lotta per la pole position nel corso della 2ª manche Kevin Magnussen (Haas), Carlos Sainz (Toro Rosso), Nico Hulkenberg (Renault), Romain Grosjean (Haas) e Pascal Wehrlein (Sauber).

Chiudono lo schieramento Stoffel Vandoorne e Daniil Kvyat.

Q2 - A 4 minuti dalla fine della sessione, la Mercedes di Hamilton è in testa con il tempo di 1:20.


Popolare

COLLEGARE