Dagli Usa: "Totti non smette, va al Miami"

Ma per Totti l'avventura da calciatore potrebbe non chiudersi il 28 maggio come ormai veniva dato da tutti gli addetti ai lavori per scontato. L'allenatore giallorosso ha concesso al Capitano solamente due minuti nella partita contro la Juventus, alimentando le critiche dopo la sfida di San Siro contro il Milan. "E' già tutto esaurito -ha detto il dirigente. Spero che nelle prossime giornate gli dia spii spazio perché una leggenda come lui merita un addio al calcio adeguato al suo livello".

La società statunitense, iscritta alla North American Football League (Seconda Divisione dopo la MLS), ha molto di italiano: nato nel 2015 dalla sinergia tra i proprietari Riccardo Silva e Paolo Maldini, al timone della squadra c'è Nesta che vorrebbe accogliere tra le propria fila il concittadino Totti. A questo punto per capire tutto meglio non resta che aspettare 12 giorni. Stiamo giamo già pensando a possibili soluzioni. Anche se il ds guarda avanti (si fa il nome di Paulo Sousa). Ma un ultimo tentativo per far restare Spalletti sulla panchina sarà fatto. Ovviamente se alla fine, per qualsiasi motivo, questa situazione non succederà, lavoreremo tranquillamente per trovare le opzioni nel caso in cui Luciano non possa continuare. Monchi, intervistato dalla tv Bein Sports Usa, si è preso l'incarico: "Il potenziale che ha Francesco è così grande che speriamo di poterlo utilizzare".

"Todo va bien, va bene, come si dice qui in Italia". Il capitano della Roma potrebbe decidere di non appendere gli scarpini al chiodo, poichè stuzzicato dall'ipotesi di dare una mano all'ex rivale di tanti derby ma amico Alessandro Nesta.


Popolare

COLLEGARE