Cassano, clamoroso attacco ad una sua ex: "Squadra di scappati di casa"

Senza peli sulla lingua, a tutto Antonio Cassano.

Gli scappati di casa - Un pensiero caloroso che però lascia spazio a strali e sassolini da gettare qua e là. Dal futuro di Totti: "Nessuno deve azzardarsi a dirgli cosa fare, non smetterei se fossi in lui". Secondo l'ex fantasista doriano, "il Napoli gioca il calcio più bello d'Italia", mentre invece Montella al Milan "per me sta facendo benissimo, gli darei 10: sta facendo delle cose eccezionali con una squadra di scappati di casa". Queste le parole di Fantantonio. "A me piacerebbe finire la mia carriera da qualche parte e con Totti giocherei ancora, decida lui dove".

Cassano ammette che vedere la Juve vincere la Champions gli farebbe piacere, soprattutto per Gigi Buffon: "La rincorre da troppo tempo: merita il Pallone d'Oro, ma finché c'è Messi la vedo dura".

"Alla Juventus e ad Allegri posso fare solo i complimenti per quello che hanno fatto - aggiunge -, ma io preferisco essere il Barcellona: ognuno ha il suo modo di giocare". Ma non dimentica di lanciare staffilate ad altre squadre, tra cui il Milan e l'Inter. "Ma non stavo imitando Capello - ha spiegato - Stavo dicendo che facevo serate, perché lì facevo solo serate". Ai miei tempi questa è gente che non si sarebbe neanche potuta spogliare all'esterno di Milanello. "Non possono giocare nel Milanalcuni giocatori in campo...". L'Inter è parecchio sopravvalutata, non ha giocatori da Inter. Dove andrà Schick? Spero all'Inter, è davvero forte. "Io dico quello che penso - ha affermato Cassano - E' un buon giocatore ma per essere un campione ce ne vuole". Lui si è offeso dicendo che gli amici nel calcio non esistono e questo è un problema suo.


Popolare

COLLEGARE