500 miglia Indianapolis, iniziano le prove per Alonso: "Voglio divertirmi"

In un testo di piu' di 1.500 parole, il due volte campione del mondo rivela quali sono i veri motivi che lo hanno spinto a partecipare alla 500 Miglia di Indianapolis, rinunciando al Gran Premio di Monaco di F.1. Tutto è andato liscio, nell'ultima mezzora abbiamo avuto qualche problema con la sospensione posteriore e non abbiamo potuto completare il programma previsto, ma è stata una giornata incredibile: sono più felice del primo giorno perché ho avvertito dei cambiamenti di assetto che avevamo pianificato. In una giornata molto meno ventosa rispetto a quella precedente che, di fatto, aveva visto i piloti più blasonati rinunciare quasi totalmente a scendere in pista, è stato il britannico Jay Howard a togliersi la soddisfazione di chiudere al comando.

Alle spalle del trentaseienne inglese, è sempre più agguerrita la pattuglia di piloti Andretti Autosport. Ieri lo spagnolo ha sfiorato i 360 chilometri orari di velocità massima, chiudendo a circa mezzo secondo dal suo compagno di scuderia Marco Andretti, che ha chiuso in vetta le prime prove. È stato utile e questo è il team perfetto per imparare, avendo sei macchine con dei compagni che mi hanno aiutato. Un crono che lo porta anche al quarto posto assoluto nella classifica dei quattro giorni. "E' quello che mi aspettavo, quindi mi sento bene", ha spiegato Fernando Alonso dopo il day-2. Il forte pilota statunitense ha perso il controllo della vettura finendo in testacoda e poi contro il muro con le ruote di sinistra.

Anche oggi vi proporremo la sessione in streaming dalle 18 alle 24 italiane.


Popolare

COLLEGARE