Venezuela, Maduro: Usa hanno dato il via libera a colpo di stato

Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha aperto la strada verso il colpo di stato in Venezuela, ha denunciato martedì il presidente venezuelano Nicolás Maduro da Palazzo Miraflores a Caracas. Sui social network si sono moltiplicate le informazioni su gruppi di "colectivos" che occupavano con violenza i punti di concentrazione dell'opposizione. Come sempre in occasione delle proteste dell'opposizione, le autorità di Caracas hanno hanno chiuso quasi 20 stazioni della metro, e disposto posti di blocco nei principali punti di accesso al centro della città.

L'opposizione venezuelana organizzerà una manifestazione che è stata definita la "madre di tutte marce". È stato sulla Plaza de la Estrella, nel quartiere di San Bernardino (nord della città). Un manifestante, il 17enne Carlos José Moreno, è rimasto colpito da un proiettile ed è morto poco dopo il ricovero.

In ottobre il parlamento ha approvato (solo 11 i contrari) una risoluzione che prevedeva l'avvio del processo di impeachment nei confronti del presidente volto a valutare le responsabilità penali e le omissioni di Maduro che hanno gettato il paese nel disastro economico, con una povertà diffusa senza precedenti, gli uffici pubblici chiusi per metà della settimana e la corrente elettrica razionata.

Polonia: IMF prevede Pil in crescita del 3,4% nel 2017
Il deficit italiano si attesterà al 2,4% del pil nel 2017, per poi scendere all'1,4% nel 2018. Migliorano le stime sul Pil del'Italia, elaborate dal Fondo monetario internazionale .

Nel comunicato si ricordano alle forze pubbliche (membri della polizia, dell'esercito e della guardia nazionale) così come ai membri del potere giuridico le loro responsabilità legali e costituzionali di proteggere, e non evitare, manifestazioni pacifiche. Un centinaio di persone sono rimaste ferite durante scontri fra manifestanti e forze dell'ordine intorno alla sede dell'Ombudsman di San Cristobal.

Il presidente ha ordinato ai suoi sostenitori di marciare "in difesa della morale" e in "ripudio dei traditori della patria" e contro quello che ha chiamato "un colpo di stato di Washington".


Popolare

COLLEGARE