Usa: Trump ordina uso "Super" bomba Moab contro Is

Gli Stati Uniti hanno sganciato la superbomba Moab - che pesa quasi 10 tonnellate ed è lunga 9 metri - sull'Afghanistan orientale per colpire l'Isis. Si tratta - secondo il sito specializzato Globalsecurity - di un grande ordigno guidato via GPS, che porta una testata da 8,4 tonnellate di H6, un esplosivo misto di RDX (T4, ciclonite), TNT e alluminio. A firmare l'autorizzazione per l'uso dell'ordigno è stato il comandante delle forze americane in Afghanistan, il generale John Nicholson. Come riporta l'Ansa, il presidente Trump ha chiosato: "Un altro grande successo, sono orgoglioso dei nostri militari", mentre il portavoce della Casa Bianca Sean Spicer ha aggiunto che l'obiettivo "sono tunnel e grotte usate dai miliziani dell'Isis e sono state prese tutte le precauzioni per evitare vittime civili e danni collaterali". È stata sviluppata nella Guerra in Iraq nel 2003 ma mai utilizzata. Le conseguenze della bomba sui mercati sono state evidenti, esattamente come lo sono state qualche giorno fa quando gli USA hanno attaccato la Siria. La detonazione avviane poco prima che tocchi il suolo e distrugge qualsiasi cosa si trovi sulla superficie per diverse centinaia di metri di diametro dal punto di impatto. È stata una delle personalità più autorevoli e stimate della letteratura latinoamericana.

Per la prima volta, una MOAB è stata usata sul campo di battaglia, secondo le fonti della Cnn. Il capo della polizia provinciale di Uruzgan ha detto ai media afghani che notizie d'intelligence hanno mostrato che i russi fornivano ai militanti talebani armi e addestramento. La Mop ha pero' un grosso handicap: gli manca un sensore per individuare lo spazio dove esplodere una volta superati gli strati protettivi del bunker.

Corona: "Io e Belen coppia mediatica"
Per lei voleva cambiare vita. "Lei però è una persona perbene, per questo avevo deciso di mettermi in regola con il fisco". La richiesta di arresto è stata avanzata dal pm della Dda di Milano Paolo Storari e firmata dal gip Paolo Guidi.

Le conseguenze della bomba USA sull'ISIS si sono mostrate ovviamente anche sugli asset rifugio tra cui l'oro e lo yen giapponese, ai quali gli investitori ricorrono in momenti di estrema incertezza (e cosa c'è di più incerto e spaventoso dell'ipotesi di guerra?). Potrebbe proseguire la sua corsa nel cemento, nel pavimento della stanza protetta e quindi esplodere sotto l'obiettivo, riducendone gli effetti distruttivi.


Popolare

COLLEGARE