Sylvester Stallone ricorda la povertà della gioventù

Ma gli esordi non sono stati così semplici per Sylvester Stallone, così come per tanti altri suoi colleghi.

La foto che vedete di un giovanissimo Sylvester Stallone in compagnia del suo cane risale a tantissimi anni fa; è stata proprio la star 70enne a pubblicarla sul suo profilo Instagram proprio per ricordare quei tempi difficili, in cui non aveva neppure 30 anni e nessuno lo conosceva. Prima della svolta, 'il miracolo' come lo chiama lui, di Rocky, Sly ha attraversato un momento di profonda povertà, tanto che fu costretto a vendere il suo amatissimo cane per avere dei soldi per mangiare. Poi, prosegue Stallone nel racconto "Quando le cose sono peggiorate ancora, l'ho venduto per 37 euro perché non avevo i soldi per comprarmi da mangiare".

Fiumicino, recuperato un cadavere nel Tevere: è mistero sull'identità
Il ritrovamento è avvenuto intorno alle ore 13 da parte di due squadre dei vigili del fuoco con l'ausilio dei sommozzatori . Il corpo è stato visto dalla Polizia fluviale all'altezza di via Angelo Vescovali, in prossimità di Commercity .

"Avevo 26 anni, avevo solo due paia di pantaloni e le scarpe bucate, il sogno del successo era lontano quanto il sole, ma avevo lui, Butkus, il mio migliore amico, il mio confidente, era l'unico essere vivente che mi amava per quello che ero", scrive commentando il secondo scatto. E comunque non c'era molto altro da fare che trascorrere il tempo insieme ed è lì che ho iniziato a studiare sceneggiatura e mi è venuta in mente l'idea di "Rocky". Peccato però che il proprietario avesse capito la mia disperazione, mi ha chiesto 15.000 dollari perché lo riavessi indietro. "Ma li valeva fino all'ultimo centesimo". Ma è una storia a lieto fine...


Popolare

COLLEGARE