Stefano Ricci Home, il debutto di Signoria al Salone del Mobile

In questo modo pensiamo di aver fatto il nostro dovere essenziale, quello di consentire alla generazione successiva di cominciare la propria vita produttiva e l'abbiamo fatto nella seconda città della Puglia che è Milano dove ci sentiamo a casa. Poi il Capo dello Stato ha salutato tutti e ha tenuto un discorso che trasuda di orgoglio tutto italiano: “Partecipare, oggi, all'apertura del Salone, -dice il Presidente- assume un significato particolare: è conferma di un sentimento di consapevolezza e di fiducia nelle risorse che l'Italia sa proporre.La capacità di innovazione e di creatività che la filiera del legno e dell'arredo sa esprimere, in un ambito manifatturiero maturo come questo, testimonia che l'industria italiana è in grado di affrontare con successo i mercati internazionali, traendone benefici positivi per sé e per tutti i partner coinvolti”. Perno importantissimo per la fama e l'economia della città di Milano: 2mila espositori e 300mila visitatori attesi da 165 Paesi. Ma questi ultimi sembrano più tollerati dai cittadini milanesi, sempre pronti a lamentarsi dei taxi che durante le sfilate non si trovano, forse perché danno a intendere che il loro settore è più democratico. Quindi è bene arrivare preparati sapendo in partenza quali padiglioni e soprattutto quali stand si desidera visitare.

Il primo segno distintivo è lo zainetto. In 152 delle 305 catene mobiliere, quasi la metà dei player ha i propri siti, ma non ogni oggetto d'arredo può essere acquistato online, visto che molte aziende usano il sito solo come vetrina online e non per l'e-commerce.

Le Iene, Intervista Sorella Emanuele Morganti su Omicidio Alatri (5 aprile)
La domenica, invece, a condurre il programma c'è il quartetto formato da Nadia Toffa, Andrea Agresti, Giulio Golia e Paolo Calabresi .

Il secondo tratto distintivo è il cappellino. Certo, nulla al confronto di quelli che porta il guru del design intellettuale Ron Arad che, a parte il suo preferito che ha la forma di una glacette per tenere in freddo lo champagne sulla spiaggia sotto l'ombrellone, ne ha di tutte le forme e volume purché strani. Alessandro Gorla, hanno progettato una serie di arredi e complementi d'arredo per spazi e luoghi di lavoro.

Al Salone del Mobile i professionisti e il pubblico sono in costante aumento. Il 2017 è anno di ottimismo, dato che il settore dei mobile Made in Italy ha registrato una forte crescita del fatturato da due anni a questa parte. E infatti, il fenomeno del look studiato apposta per farsi fotografare è ben conosciuto persino dal bancario che, in questi giorni di Design Week, appena fuori dagli uffici in cui lavora, si toglie in fretta la cravatta, la infila nel taschino interno della giacca e, una volta sbottonati i primi tre bottoni della camicia, si sente pronto per partecipare ai parties che si svolgono nei mille temporary store affollati di sgabelli, nelle innumerevoli gallerie e nei meravigliosi cortili del centro storico che pullulano di installazioni di design art, stretti e impossibilitati a muoversi in affollamenti degni di miglior causa.


Popolare

COLLEGARE