Siria: 'Neanche Hitler usava i gas', gaffe della Casa Bianca

A pronunciare la frase shock è stato il portavoce della Casa Bianca, Sean Spicer, puntando il dito contro la Russia che difende il regime del presidente siriano, accusato di aver usato armi chimiche nell'attacco a Idlib che ha provocato 86 morti. "Non abbiamo usato armi chimiche nella Seconda Guerra Mondiale", ha detto Spicer.

Clamorosa gaffe di Sean Spicer. E quando uno degli increduli giornalisti della sala stampa della Casa Bianca gli ha fatto notare che il dittatore nazista ha ucciso nelle camere a gas milioni di ebrei e di altre vittime dell'Olocausto, il portavoce di Donald Trump ha sulle prime insistito sul suo punto, cercando di sostenere che Hitler non usò le armi chimiche "nello stesso modo" di Assad.

Guardia provinciale uccisa: è caccia a "Igor il Russo"
Con Igor sparito nel nulla dopo il secondo omicidio il timore dei residenti nelle frazioni più isolate si fa sempre più grande. Quella pistola argentata della quale ha parlato la moglie di Davide Fabbri , il barista ucciso lo scorso 1 aprile.

Poi arriva la correzione, grazie a un assist di una giornalista che chiede chiarimenti. Hitler "non usava il gas sulla sua gente (come se gli ebrei tedeschi non fossero il suo popolo, ndr) come lo ha usato Bashar al-Assad, nello stesso modo", ha farfugliato Spicer. "Portava la gente nei centri dell'Olocausto", intendendo con questa espressione i campi di concentramento.

La doppia figuraccia di Spicer ha scatenato la rabbia dei democratici ("La Casa Bianca si scusi"), dei social network e del Centro Anna Frank, che ha invocato il licenziamento in tronco del portavoce: in un messaggio pubblicato su Facebook, il direttore esecutivo del centro con sede a New York ha scritto che Spicer "manca dell'integrità" necessaria per la sua posizione. Ma chissà per quanto.


Popolare

COLLEGARE