Pd: Emiliano lancia piattaforma digitale, si vota su temi

Ci spiega, Emiliano, come cambierebbe il Pd, a cominciare da una rivoluzione nel tesseramento e da una piattaforma simil-5stelle ("Se avessimo fatto votare online gli iscritti", ci dice, "voglio vedere se avremmo ricevuto mandato di toglier l'articolo 18!"). Lo ha detto il deputato democratico Francesco Boccia, sostenitore di Michele Emiliano nella corsa alla segreteria del Pd, parlando con i giornalisti oggi a Bari a margine della presentazione di Digithon. E ancora: "I cittadini polesani dovrebbero votare per me alle prossime primarie perché io saprò rilanciare il Pd, trasformare la questione settentrionale nel traino dell'Italia, e mantenere un contatto con la politica di tipo locale anche alla guida nazionale del partito". Così Michele Emiliano, candidato alla segreteria nazionale del Pd, a Palermo ai cronisti, che chiedevano un commento sulle alleanze per le amministrative nel capoluogo siciliano dove il Pd insieme ad Ap e ai centristi per l'Europa corre con una lista civica senza simbolo a sostegno dell' uscente Leoluca Orlando. Non vigliamo militarizzare il partito ma dare un volto nuovo alla classe dirigente.

"La nostra mozione - ha sottolineato Emiliano - è l'unica che prende atto della volontà del popolo siciliano di riappropriarsi di diritti, onestà e trasparenza e cerca di realizzare questi obiettivi dentro il Pd".


Popolare

COLLEGARE