Omicidio su Facebook, polemiche sulla rimozione

Il 37enne è sospettato di aver ucciso a freddo e a caso un pensionato e di aver postato le immagini su Facebook poco dopo l'omicidio (e non in diretta live, come riferito inizialmente dalla polizia locale).

Caccia all'uomo a Cleveland. Da alcuni video che aveva condiviso, si è scoperto inoltre che si lamentava per i debiti di gioco e per i problemi con la sua fidanzata.

Facebook ha immediatamente preso le distanze dall'accaduto, rimuovendo il video dopo circa tre ore, ma non sono mancate le polemiche. La polizia di Cleveland, Ohio, che lavora sul caso con l'aiuto dell'Fbi e dell'Atf (Bureau of Alcohol, Tobacco, Firearms and Explosives), ha offerto una taglia di 50mila dollari a chi è in grado di dare informazioni che possano portare all'arresto di Steve Stephens, il presunto assassinio.

Paura e sconcerto a Cleveland, negli Stati Uniti, dopo il video di un omicidio in strada postato su Facebook da un 37enne che sostiene di aver già ucciso altre 15 persone. L'uccisione della vittima, Robert Godwin Senior di 74 anni, era avvenuta in maniera del tutto casuale e successivamente, in un nuovo video su Facebook, l'autore del gesto efferato aveva dichiarato di aver commesso, nel corso della sua vita, altri 13 omicidi.

Parimenti i dirigenti del social di Zuckeberg hanno assicurato che rivedranno le regole per fare in modo che il processo di gestione delle segnalazioni sia più rapido ed efficace.


Popolare

COLLEGARE