Nuovi pc-bomba non rilevabili in scali

L'Isis e altre organizzazioni terroristiche starebbero sviluppando nuovi esplosivi da nascondere in dispositivi elettronici come telefoni, pc e tablet, in grado di eludere molti dei sistemi di sicurezza utilizzati negli aeroporti. Secondo quanto riferisce la Cnn, l'intelligence statunitense ha appurato che i terroristi avrebbero ottenuto sofisticate apparecchiature di sicurezza degli scali per verificare come nascondere in maniera efficace gli esplosivi in computer portatili e altri dispositivi elettronici. Le informazioni raccolte negli ultimi mesi dagli 007 americani hanno giocato un ruolo significativo nella decisione dell'amministrazione Trump che ha deciso di proibire l'imbarco di questi dispositivi in cabina sui voli provenienti da dieci scali del Medio oriente e dell'Africa, considerati poco sicuri. Una volta preparati per esplodere, i pc funzionerebbero normalmente in modo tale che l'esplosivo non possa essere rilevato da alcun radar. Lo riporta la Cnn, che cita fonti investigative dell'Fbi e degli 007 americani. L'ordigno si innescò sul volo della Daallo Airlines da Mogadiscio a Gibuti, ma non fu sufficiente a far esplodere l'aeromobile che riuscì ad atterrare senza problemi: l'unica vittima fu l'attentatore, risucchiato nello squarcio provocato dall'esplosione. Evento letale che si sarebbero verificato se il jet si fosse trovato all'altitudine di crociera (intorno ai 11.000 metri di quota).

Massima allerta da parte dell'intelligence e della sicurezza USA.


Popolare

COLLEGARE