Navi Usa verso la Corea del Nord. Pyongyang minaccia: "reagiremo"

Altro bersaglio della Corea del Nord e' il Sud della penisola, che ha deciso l'installazione dello scudo antimissile Thaad (Terminal High-Altitude Area Defense system) per contenere la minaccia di Pyongyang, diventando "un obiettivo d'attacco primario" per i Paesi confinanti. Sabato la portaerei americana Carl Vinson ha lasciato Singapore e invece di dirigersi verso l'Australia, sua destinazione originaria, ha preso la rotta della penisola coreana. Una vera e propria crisi che fino a questo momento si è trasformata in uno scambio di minacce in piena regola sull'asse Usa - Corea del Nord. Se gli Usa osano optare per un'azione militare, siamo pronti a reagire'. "Riterremo gli Stati Uniti pienamente responsabili per le catastrofiche conseguenze relative alle sue azioni oltraggiose", ha dichiarato un portavoce del Ministero degli Esteri di Pyongyang citato dalla Korean Central News Agency, l'agenzia di stampa nordcoreana. "Se la Cina decide di aiutare sarebbe una grande cosa. Prenderemo le più dure reazioni contro i provocatori per difenderci da potenti forze armate e mantenere il percorso da noi stesso scelto" ha fatto sapere il portavoce nordcoreano nel dispaccio della Kcna. Il presidente Usa ne ha parlato al telefono con il reggente del governo di Seul e il tema è stato anche al centro dei colloqui avvenuti durante la visita del leader cinese Xi Jinping in Florida. A renderlo noto, confermando le notizie diffuse dai media, sono state fonti del Pentagono.

Tensione alle stelle tra Stati Uniti e Nord Corea.

La Carl Vinson ha un equipaggio di 5.000 uomini e può ospitare fino a 85 aerei da guerra.

Valentino Rossi e il Gp d'Argentina: "L'obiettivo è tornare sul podio"
La Moto GP vola in Argentina per il secondo appuntamento stagionale. "Cercheremo di lavorare meglio e cercare di andare ancora una volta sul podio ".

"La Corea del Nord cerca guai".

Il problema però è che la corsa all'armamento nucleare di Kim Jong-un deve essere fermato ad ogni costo secondo Trump, ma la speranza del mondo intero è che per farlo non si debba ricorrere alla forza militare. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità.


Popolare

COLLEGARE