M5S, Davide Casaleggio: "Candidato premier del Movimento entro autunno, elezioni online"

La Cassimatis ha anche citato al tribunale civile Beppe Grillo e il M5S per il provvedimento che ha consentito la sua esclusione, considerato illegittimo.

L'operazione sarebbe tutta da definire - come scrive Jacoboni su La Stampa - e non priva di ostacoli come macigni: per ragioni storiche, essendo nota la vicenda dell'Italia dei Valori, il partito personale di Antonio Di Pietro cui pure Gianroberto Casaleggio guardava con favore, perché lo stesso Davigo - interpellato preferisce non commentare - ha più di un motivo per non farsi tirare la giacca, come si dice. Garantiamo un servizio migliore e siamo più efficienti nel portare le istanze dei cittadini dentro le istituzioni, sia dove siamo opposizione, ma soprattutto dove governiamo.

Nella lunga lettera indirizzata al quotidiano milanese, come riferito dal Fatto Quotidiano, l'imprenditore ha illustrato i temi e i dibattiti organizzati dal Movimento per l'incontro dell'8 aprile: "Il tema che affronteremo con i nostri ospiti è quello del futuro". Il futuro è nella Rete, nella partecipazione.

"Buongiorno, sono Luca Pirondini ho 35 anni e faccio attivismo per il MoVimento Cinque Stelle a Genova dal 2012 - scrive - Mi sono candidato Sindaco perché sono innamorato di Genova e perchè voglio strapparla dalle mani di un sistema di potere che l'amministra da oltre quarant'anni facendo sempre i propri interessi quelli dei propri amici e mai quelli della collettività".

"Lo shock più forte sarà nel mondo del lavoro".

DAVIDE CASALEGGIO, IL FIGLIO DEL GURU M5S: "VOTO AI 16ENNI E CANDIDATO PREMIER IN PRIMAVERA" - Davide Casaleggio nella sua lettera al Corriere della Sera detta poi anche la linea programmatica dei prossimi mesi, fornendo indicazioni ce nessuno dei diretti protagonisti grillini avevano ancora con decisione annunciato (non lo sapevano ancora?). Ad intervenire l'ad di Google Italia Fabio Vaccarono, il direttore di Ispi Paolo Magri, l'astronauta Paolo Nespoli, Gianluigi Nuzzi, Enrico Mentana, Domenico De Masi, Franco Bechis, Luca De Biase, Marco Travaglio.

"Il prossimo decennio può riservarci un'altra drammatica crisi o una straordinaria opportunità in cui potremmo affrancarci dall'esigenza del lavoro per vivere - conclude Casaleggio -".


Popolare

COLLEGARE