Juventus, Bonucci: "Ora sono le altre a temerci"

Il nostro obiettivo è andare in finale.

Calma, intelligenza, potenza: sono questi i tre ingredienti che la Vecchia Signora ha combinato insieme stasera per uscire indenne dal Camp Nou, casa del Barcellona, la squadra più forte degli ultimi 15 anni, sicuramente fra le migliori di sempre. Subito, da grande leader, il numero 19 fa i complimenti ai suoi compagni, in particolare a Cuadrado e Mandzukic, i due esterni da due fasi: "Sapevamo che loro venivano a giocare alti, senza perdere nulla, rischiando anche qualcosa dietro".

"Siamo più consapevoli di noi stessi. E' stata un'altra prova da grande squadra, di sacrificio ed umiltà ".

Cassano: "Voglio tornare a volare! L'Udinese mi intriga"
Era entrato nello spogliatoio dopo il derby e aveva detto 'giocate come se non vi pagassero gli stipendi'. Serie B? La mia unica eccezione sarebbe l'Entella . " Pensavo che il campo mi mancasse molto di più .

" Siamo molto contenti per quest'impresa contro il Barcellona".

Riguardo allo scambio di maglie con Messi a fine gara. Dove può migliorare questa squadra? Quando abbiamo guardato il sorteggio ai quarti volevamo tutte tranne il Barca e l'abbiamo presa. "Forse squadre come Real Madrid e Monaco, che hanno impegni più gravosi in campionato, si devono gestire in maniera differente rispetto all'Atletico Madrid, che invece potrebbe fare più turnover perché in campionato ha una posizione già più ben definita". Secondo il difensore, la cosa che questa sera la squadra ha acquisito è stata principalmente una nuova consapevolezza nei propri mezzi in vista anche dei prossimi impegni: "Dare 3 gol al Barcellona all'andata e non subirne credo che sia una dimostrazione da grande squadra con grandi potenzialità; adesso c'è da fare un altro passo per la finale di Cardiff ". "Vediamo cosa dirà il sorteggio, non abbiamo una favorita". Chi verrà verrà, ora: "l'importante era qualificarsi, e lo abbiamo fatto meritandolo".


Popolare

COLLEGARE