Italia al quinto posto per imposte sul lavoro secondo l'Ocse

Lo rileva l'Ocse nel rapporto 'Taxing Wages' per il 2017. In Belgio il tasso è del 54 per cento, in Germania al 49 per cento e in Francia e Ungheria al 48. In fondo alla classifica troviamo il Cile, con un cuneo fiscale invariato al 7%. L'Ocse segnala che la media dell'area per un single senza figli è al 36%. All'ultimo posto c'e' la Nuova Zelanda al 6,2%.

Il tasso di disoccupazione giovanile è sceso al 12,3 per cento a febbraio dal 12,5 per cento nel mese di gennaio. Il dato emerge dal rapporto sulla tassazione delle retribuzioni pubblicato oggi dall'Organizzazione per lo sviluppo e la cooperazione economica e sul Belpaese mostra una incidenza di tassazione complessiva sul lavoro di oltre 10 punti percentuali superiore alla media Ocse, pari al 36 per cento.

GdS - Zapata in estate tornerà a Napoli ma ADL vuole monetizzare
Zapata? Credo sia prematuro parlare di qualsiasi situazione di mercato, ogni discorso trova il tempo che prova. Il prestito, però, sta per finire e su di lui ci sono gli interessamenti di tante squadre.

In termini monetari, tutto questo si traduce in 52 mila euro per ogni singolo lavoratore (contro la media OCSE di 47 mila euro) e con salari medi lordi che arrivano a poco meno di 40 mila euro (la media OCSE supera tale cifra). In altre parole in Italia lo stipendio netto medio percepito dal lavoratore e' pari al 68,9% del lordo contro la media Ocse del 74,5% e si traduce in 29.045 dollari (13 dollari in piu' dei 29.032 nel 2015) contro i 31.600 della media Ocse, i 33.900 della Francia e i 37.260 della Germania e sotto anche i 31.664 dollari della Spagna. Il paese con il costo del lavoro più alto è il Belgio, con circa 70mila euro, seguito da Svizzera e Germania. Tra i paesi dell'Ocse solo in Francia, nella Repubblica Ceca ed in Estonia le imprese pagano in percentuale piu' dell'Italia, con quote rispettivamente del 26,8%, del 25,4% e del 25,3%. Il nostro paese è al 17esimo posto. Lo Stivale si distingue anche a causa della redistribuzione delle risorse raccolte in tasse: una montagna di gettito, la più elevata in termini di Pil tra tutti i Paesi avanzati, viene riversata nel sistema pensionistico. In tutta l'area Ocse, 38 milioni di persone sono disoccupate, 5,4 milioni in più rispetto ad aprile 2008, prima della crisi.


Popolare

COLLEGARE