Icardi: "Pioli merita fiducia". E lui: "Orsato? Mi piace..."

Nella conferenza stampa prima del derby Mauro Icardi torna sul match perso col Crotone. Dico solo che il lavoro di 5-6 mesi non si cancella per due partite sbagliate. Però. Tutte le squadre di Serie A si sono piegate al volere del numero 9 nerazzurro, tutte: incubo di Juventus, alla quale ha segnato 7 reti, Empoli, Pescara e Samp, ha fatto male almeno una volta anche alle altre. Nell'ultima convocazione Bauza mi voleva chiamare, ora vediamo chi sarà il prossimo. Che ha avuto una media realizzativa più alta a inizio stagione: "Mah, sono lì a quattro gol dalla testa della classifica capocannonieri. Il discorso di Ausilio si è chiuso a Crotone".

Abbiamo dimostrato in questi mesi di essere squadra, nelle ultime due partite lo siamo stati un po' meno ma ce l'abbiamo dentro. "Penso meriti la fiducia, ci può dare tanto" ha concluso. Icardi lo sa, come sa che il momento è particolarmente delicato: "Mai più come a Crotone, abbiamo analizzato la sconfitta e capito i motivi". A San Siro ci sono i nostri tifosi, l'importante è vincere. Gli stimoli non mancheranno: "Il passato è passato, adesso serve guardare avanti - ha affermato Pioli - Il calo c'è stato, forse in maniera inaspettata, ma abbiamo lavorato affinché non accada più".

I tifosi hanno insultato Gagliardini perché è andato a Torino a vedere Juve-Barcellona. - L'allenatore incassa l'investitura della squadra e mira l'obiettivo derby, commentando la designazione di Daniele Orsato: "Mi piace, perché non si fa condizionare e non dà confidenza". Vedere il Barcellona non capita tutti i giorni, poi era a un'ora di macchina da Milano. Roberto è andato a vedere un quarto di finale di Champions League, una partita molto bella.


Popolare

COLLEGARE