Higuain: "Ho pianto quando ho lasciato Napoli"

Naturalmente, quando sono dovuto andar via da Madrid.

Torna a parlare di Napoli, Gonzalo Higuain. "Il Real cerca di vincere tutti i titoli, mentre la Juve ha già dimostrato la sua leadership in Italia e ora.". Proprio i balugrana saranno gli avversari dei bianconeri nei quarti, con la Juventus che non parte favorita, ma nemmeno battuta contro la squadra di Luis Enrique. Del resto, quando si hanno in squadra calciatori del calibro di Higuain, Cuadrado, Dybala in avanti, supportati da una mediana di quantità e qualità con Khedira e Marchisio, è possibile questo ed altro, senza correre rischi di lasciare punti per strada con le piccole.

Ha poi concluso: "Torino è una città che dà quello che promette, ci sto bene". Sono convinto della scelta che ho fatto. L'ho sempre detto che era un ritorno speciale. "Se vado a Madrid e lo vedo, fra noi è tutto ok". La nazionale italiana ha sempre avuto uno stile aggressivo, con giocatori che amano lottare e hanno una buona tecnica. "Ne è nata un'amicizia speciale, e si vede". L'ex Palermo invece, è stato più rifinitore, offrendo al compagno l'assist del vantaggio, e inserendosi nell'azione che ha portato al raddoppio. "Io ho quasi 30 anni, sta a lui decidere il suo destino". Messi è sempre il migliore al mondo, ma abbiamo fiducia in noi stessi. In particolare Higuain non ha nascosto i sentimenti di grande tristezza provati al momento dell'addio al Real, ma anche al Napoli: "Il calcio ti ha fatto piangere? Giocheremo le due partite fino alla morte".


Popolare

COLLEGARE