Gentiloni: "Reddito di inclusione per due milioni di italiani"

Per le tappe dettagliate del Piano contro la povertà, di cui pure parla la legge delega, bisognerà invece attendere ulteriori stanziamenti, ma quel che è certo - ed è già scritta anche nel DEF - è la volontà del Governo di estendere progressivamente della platea degli utenti, fino a raggiungere l'intera popolazione in povertà assoluta.

Si prevede che l'attuazione definitiva del Rei avverrà in autunno, mentre è fondamentale spiegare che nel frattempo è comunque possibile chiedere il Sia. La misura è rivolta alle famiglie di italiani residenti ma anche a quelle degli stranieri con il permesso di lungo soggiorno. Domani a Palazzo Chigi il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni e il ministro Giuliano Poletti sigleranno un Memorandum con l'Alleanza, che mette per iscritto i punti d'intesa raggiunti e di conseguenza i contenuti generali dei decreti attuativi in arrivo. Il Memorandum costituisce un momento di condivisione del percorso intrapreso dal governo nella lotta alla povertà con l'introduzione di una misura strutturale. Un bambino italiano su tre è a rischio povertà e il disagio sociale è ormai andato oltre i bassi livelli di reddito se è vero - dice ancora l'Istat - che nel 2014 sono state registrate circa 650mila famiglie in lista d'attesa per un alloggio sociale e oltre 50mila le persone senza fissa dimora.

I primi paletti da fissare riguardano i criteri per l'accesso al Rei, i parametri per determinarne l'importo e le regole per evitare che il beneficio si trasformi in un boomerang, disincentivando la ricerca di lavoro. Qualora l'Isee del nucleo familiare sia inferiore o uguale a 3000 euro, si potrà ricevere mensilmente il denaro sufficiente a poter colmare la differenza tra il proprio reddito e il superamento della soglia di povertà assoluta. Al valore Isee che verrà individuato come soglia, si affiancherà anche una soglia di accesso legata al reddito disponibile (la parte reddituale dell'ISEE, cioè l'ISR).

Alonso salta il GP di Montecarlo: parteciperà alla 500 miglia di Indianapolis
La 500 Miglia di Indianapolis si correrà infatti lo stesso giorno - il prossimo 28 Maggio - del Gran Premio di Montecarlo . Questo impegno lo costringerà a saltare il Gran Premio di Monaco di F1.

Dal ministero spiegano che "il tratto innovativo della misura è che la condizione di bisogno non è identificata solo nel reddito".

SUPPORTO AI TERRITORI - Nel decreto legislativo sarà prevista una struttura nazionale permanente di affiancamento alle amministrazioni territoriali per garantire una applicazione uniforme del Reis.

I soggetti che si occuperanno della gestione del reddito di inclusione sono a livello centrale, il ministero del welfare e l'Inps, le regioni con un ruolo di raccordo tra centro e periferia, a livello territoriale, i comuni che possono essere riuniti in consorzi, il terzo settore, i centri per l'impiego, i distretti sanitari, gli istituti scolastici e gli istituti regionali di formazione. Ci sarà un aumento dell'importo erogato per le famiglie che vivono in una casa in affitto.


Popolare

COLLEGARE