Egitto, attacchi ai cristiani copti. Papa: "Gesù converta chi semina terrore"

Intorno alla chiesa le forze dell'ordine hanno formato un cordone e la protezione civile sta verificando che non ci sia dell'altro materiale esplosivo. Lo Stato islamico ha rivendicato la responsabilità degli attacchi, tramite l'agenzia ad esso vicina Amaq che ha parlato di un'azione condotta da un "gruppo di sicurezza appartenente all'Isis". Il primo stamane in una chiesa copta di Tanta a nord del Cairo, dove almeno 25 persone sono rimaste uccise nella esplosione di un ordigno posto sotto una sedia davanti all'altare e una sessantina sono state ferite, il secondo per un'altra deflagrazione avvenuta nei pressi di una chiesa di Alessandria, seconda città egiziana nel nord del paese sulle rive del Mediterraneo. In totale oltre 30 morti e numerosi feriti. Soffrono a causa delle guerre e del terrorismo, a causa degli interessi che muovono le armi e le fanno colpire.

"Pensiamo alla sofferenze che il Signore ha subito in questa settimana, pensiamo alle calunnie, agli oltraggi, ai tranelli, ai tradimenti, all'abbandono, al giudizio iniquo, alle percosse, ai flagelli, alla corona di spine ed, infine, alla via crucis verso la crocifissione". Gesù è in ognuno di loro e con il volto sfigurato e con la voce rotta ci chiede di essere riconosciuto e di essere amato.

"Il Signore converta il cuore delle persone che seminano terrore, violenza e morte e anche il cuore di quelli che fabbricano e trafficano le armi". Terminata la messa, ora papa Francesco sta salutando e stringendo le mani ai cardinali che hanno concelebrato con lui, che sono una quarantina, come una quarantina sono i vescovi.

"Questo Gesù non è un illuso che sparge illusioni, un profeta 'new age', un venditore di fumo, tutt'altro: è un Messia ben determinato, con la fisionomia concreta del servo, il servo di Dio e dell'uomo che va alla passione; è il grande Paziente del dolore umano". "E anche per noi vale lo stesso, sottolinea Francesco "Sopportiamo con pazienza la nostra croce - esorta - guardando a Lui, accettando di portarla giorno per giorno" e guardando al prossimo sofferente".

Papa Francesco si appresta a visitare l'Egitto: soprattutto incontrerà al-Sisi, il presidente, e l'imam di Al-Azhar, in pratica la massima autorità religiosa dell'islam sunnita.


Popolare

COLLEGARE