Disoccupazione cala, ma salgono inattivi

A febbraio la stima degli occupati è stabile rispetto a gennaio, mantenendosi su livelli prossimi a quelli dei quattro mesi precedenti. Il tasso di occupazione si ferma quindi al 57,5%.

Disoccupazione giovanile in forte calo a febbraio, ai minimi da cinque anni. L'impegno per le riforme ottiene risultati. "Infatti, si è sostanzialmente fermata - come anche segnalato dai dati Inps delle scorse settimane - la creazione di occupazione". Il Jobs act per loro non ha funzionato. E' ovvio che non basta, non ci accontentiamo e andiamo avanti nel lavoro che c'è da fare per risollevare l'Italia dalla peggiore crisi degli ultimi decenni. Restano stabili gli occupati tra i 15 e i 24 anni. I liberi professionisti invece sono in aumento di 2.000 unità su gennaio, mentre nell'anno si registrano 14.000 indipendenti in più. Lo rileva l'Istat sottolineando che gli occupati totali sono a quota 22.862.000. Su base annua crescono sia i lavoratori dipendenti (+280 mila) che - in misura più contenuta - gli indipendenti (+14mila). Nello stesso periodo calano sia i disoccupati (-0,6%, pari a -18 mila) sia gli inattivi (-2,7%, pari a -380 mila). Ed è equamente distribuita tra uomini (+144mila) e donne (+150mila).

Dzeko vuole avvicinarsi ai 26 gol di Totti
Hanno avuto una settimana particolare come noi per via delle Nazionali , ma loro ci sono abituati. Il secondo posto sarebbe dunque un fallimento? Sembra che la Curva abbia deciso di entrare.

Da notare che il calo dei disoccupati è avvenuto all'incirca in egual misura tra uomini e donne, ma tra i primi è stato dovuto alla crescita degli inattivi (in presenza di una flessione degli occupati), mentre tra le donne gli occupati sono saliti e gli inattivi sono scesi. La crescita dei dipendenti riguarda sia i permanenti (+0,7%, pari a +102 mila) sia quelli a termine (+7,7%, pari a +178 mila).

"Il tasso di disoccupazione" generale diminuisce di 0,3 punti percentuali, all'11,5%, e quello della disoccupazione giovanile di 1,7 punti percentuali, al 35,2%, il dato più basso da agosto 2012", ha concluso. Il tasso di inattività è pari al 34,8%, in aumento di 0,1 punti percentuali su gennaio. "In particolare, gli occupati in un anno sono aumentati di 294mila unità, confermando, anche questo mese, un ritmo di aumento dell'occupazione superiore a quello del Pil". Anche su base annua l'occupazionein crescita solo sopra i 50 anni (+4,9%), in presenza di una stabilità tra i giovani e di un calo nei gruppi di età intermedi (-1,1%), anche se tale divergenza si attenua al netto delle variabili demografiche (+3% oltre i 50 anni, +1% tra i 25 e i 49 anni, +0,8% tra i più giovani). Sono attualmente 8.027.000 gli ultracinquantenni che sono attivi nel mondo del lavoro.


Popolare

COLLEGARE