Diffamazione, la procura chiede l'archiviazione per Grillo e Di Battista

La querela era partita dopo la pubblicazione sul blog del comico genovese di alcune frasi lo scorso 17 marzo, ritenute offensive dalla professoressa, così come una intervista rilasciata dagli esponenti del M5s al Corriere della Sera. Grillo nei giorni scorsi aveva depositato una memoria nella quale sosteneva il suo diritto di critica, ritenendo quelle considerazioni non diffamanti.

Ora tocca al giudice decidere se accettare l'archiviazione o disporre un supplemento di indagine. Cassimatis, tramite il suo legale, l'avvocato Lorenzo Borré, potrà se lo ritiene fare opposizione alla richiesta. "Abbiamo espresso fiducia nella giustizia a cui ci affidiamo per dimostrare la nostra innocenza". Se circolano dichiarazioni in tal senso attribuite a noi sono da ritenersi non veritiere.


Popolare

COLLEGARE