De Rossi: "Luciano va tenuto a tutti i costi"

Elemento centrale della Roma e della Nazionale italiana, Daniele De Rossi sta sicuramente vivendo una stagione positiva. "Spalletti è senza dubbio il mister che mi ha formato di più".

E proprio per quanto riguarda le uscite l'edizione odierna de La Gazzetta dello Sport ipotizza una possibilità piuttosto clamorosa, quella di un addio congiunto di Daniele De Rossi e Francesco Totti. Il piano B potrebbe rivedere protagonista Paredes dal primo minuto, con il romanista pronto a subentrare eventualmente nella ripresa. Sin qui nulla di clamorooso, il fatto che la Roma si sarebbe dovuta sedere attorno a un tavolo col suo vice capitano si sapeva.

"È stata una sorpresa forte, non ce l'aspettavamo". La proposta dovrebbe essergli recapitata nelle prossime settimane e certamente prenderà in considerazione una sostanziosa riduzione dell'ingaggio, considerato che attualmente De Rossi guadagna 6 milioni di euro l'anno netti.

Il tecnico della Roma Primavera Alberto De Rossi ha rilasciato alcune dichiarazioni a poche ore dalla sfida contro l'Entella, valida per la finale di andata di Coppa Italia. Poi De Rossi parla del suo futuro: "È una cosa che prima o poi dovrò affrontare con la società". Sto bene e voglio continuare a giocare ancora per un po'. Con o senza Spalletti, anche se il centrocampista ha espresso chiaramente la sua preferenza.

Nella capitale ha visto tanti allenatori, chi più amato chi meno: "Con Zeman non mi sentivo indispensabile. Al di là di che cosa farò io o del fatto che a volte ha un carattere difficile, la società dovrebbe fare di tutto per trattenerlo".


Popolare

COLLEGARE