Corea del Nord minaccia Rischio guerra nucleare improvvisa

Il presidente americano Donald Trump spera intanto che la Cina userà le sue "leve straordinarie" per fare in modo che la Corea del Nord abbandoni il suo programma missilistico e nucleare. Pechino vuole far ripartire il dialogo multilaterale (di cui fanno parte Cina, le due Coree, Usa, Russia e Giappone), in stallo dal dicembre del 2008. "Difenderemo la pace e la sicurezza del nostro Paese con tutti i nostri mezzi - ha detto a Al Jazeera - Il nostro esercito è in stato di massima allerta per rispondere alla crescente pressione militare degli Stati Uniti".

Nello specifico la natura del missile che, lanciato dalle coste orientali del Paese alle 17.21 di sabato ora di Washington (già il giorno seguente in Corea del Nord), dalla città di Sinpo, è espoloso quasi immediatamente dopo il decollo. Ieri in un tweet Trump ha affermato che la Cina sta lavorando con gli Usa per risolvere "il problema nordcoreano". "Vediamo cosa succede!", ha scritto Trump. Poche ore prima dell'arrivo del vicepresidente Usa, la Corea del Nord ha tentato senza successo di lanciare un missile balistico che è esploso dopo il lancio. Ha sottolineato ancora l'ambasciatore aggiunto di Pyongyang alle Nazioni Unite, Kim In Ryong. "Tutte le opzioni sono sul tavolo". Non è una teoria nuova, ma a rispolverarla oggi è un politico conservatore britannico, Sir Malcolm Rifkind, ex ministro degli esteri e della difesa nei governi di John Major, citato da alcuni media, fra cui il britannico Telegraph: "Il test potrebbe essere fallito perché il sistema non era in grado di portarlo a termine, ma si è portati a credere che gli Stati Uniti, attraverso metodi di cyberguerra, siano riusciti in varie occasioni a interrompere questo tipo di collaudi, facendoli fallire". Martedì sarà a Tokyo, dove incontrerà il premier Shinzo Abe.

E' sempre più tesa la situazione nelle penisola di Corea, in questi giorni di muso contro muso tra il regime del Nord e il presidente Usa Donald Trump.


Popolare

COLLEGARE