Coppa Italia: Juventus in finale

Cuadrado per Lemina la mossa di Allegri, ma la Juventus rischia grosso: male Asamoah in alleggerimento, Mertens anticipa Buffon e poi, da posizione defilatissima seppur ravvicinata, centra in pieno il palo.

"Higuain è un ragazzo al quale voglio bene ed a cui devo molto, ma domani ha una maglia di un altro colore ed è un avversario".

Non cambia il canovaccio nella ripresa, a parte una puntata iniziale di Higuain (fischiatissimo), l'iniziativa è sempre nelle mani del Napoli che al 50' sfiora l'1-1 con un tiro all'incrocio dei pali di Insigne.

Al 39' Hamsik prova a replicare il gran gol di domenica sera, ma il suo tiro da fuori non gira abbastanza e si spegne sul fondo.

Hamsik risponde a Khedira e Napoli-Juventus finisce in parita': al San Paolo, i bianconeri passano subito in vantaggio con il centrocampista tedesco, poi subiscono il ritorno dei padroni di casa, che vanno a segno con lo slovacco al 60' e sfiorano anche il colpaccio con Mertens (palo).

Il primo tempo finisce senza ulteriori sussulti. Ci sarà il tutto esaurito con i sessantamila del San Paolo pronti a spingere le propria squadra verso la rimonta mentre la Juve vuole centrare la terza finale consecutiva. Mi dà fastidio il fatto che tanti gol li abbiamo presi dando il risultato per acquisito, come in occasione del 5-3 con il Torino. L'attacco partenopeo (una mitragliatrice da 68 gol in 29 partite) a disegnare geometrie che si spegnevano nella palude difensiva di Allegri. Parole di Gonzalo Higuain, attaccante dei bianconeri.

I convocati di Maurizio Sarri: leggi qui. "Manca un mese e mezzo alla fine della stagione e ci stiamo giocando tutti gli obiettivi - attacca -: parliamo di una squadra che negli ultimi tre anni ha vinto due scudetti e due Coppe Italia, ha fatto una finale di Champions e ora è in lotta per lo scudetto, per la finale di Coppa Italia e per la semifinale di Champions".


Popolare

COLLEGARE