Attentati Egitto: Patriarcato copto-cattolico, messaggio di cordoglio e "dura condanna"

L 'Isis ha rivendicato, attraverso l'agenzia Amaq, gli attacchi alle chiese copte che hanno fatto strage a Tanta e ad Alessandria. E il presidente Abdel Fattah al-Sisi ha ordinato agli ospedali militari di accogliere i feriti, e ha convocato una riunione del Consiglio nazionale di difesa per discutere la situazione e le misure da adottare in rirposta alle violenze. E tornando indietro nel 2011, almeno 21 persone sono morte a causa di un attentato suicida messo a punto fuori da una chiesa cristiana copta situata ad Alessandria.

Il primo attentato è avvenuto alla chiesa di Mar Girgis a Tanta, secondo fonti di sicurezza citate dai media locali da un attentatore kamikaze che si è fatto esplodere nelle prime file di fedeli durante una funzione religiosa. Il duplice attacco è stato subito rivendicato dallo Stato Islamico (Isis), il quale in un comunicato ha fornito i nomi di battaglia indicandoli come Abu Ishaq al Masry ed Abu al Bar'a al Masry. In entrambi i luoghi di culto si stava celebrando la Domenica delle Palme. La polizia ha arrestato due persone sospettate di essere coinvolte nell'attentato, indicano l'emittente Al Arabiya e la tv di Stato egiziana. La bomba sotto una panca è esplosa durante la Messa. Il bilancio è drammatico: almeno 38 morti e decine di feriti. E mentre il bilancio delle vittime saliva e cominciavano ad arrivare le prime reazioni inorridite, è arrivata la notizia di un secondo attacco: questa volta ad Alessandria, 'capitale' della chiesa copta, sul sagrato della chiesa di San Marco. Fra le vittime tre agenti di polizia.

Lodi: donna trovata morta seminuda e con tagli sul corpo
Sul posto sono prontamente intervenuti gli agenti della Questura di Lodi insieme al procuratore della Repubblica Domenico Chiaro. Nella palazzina, dove la prostituta riceveva i suoi clienti abitualmente, è arrivato anche il medico legale.

Gli attentati si sono verificati in un giorno significativo per la comunità cristiana in Egitto, che costituisce una minoranza (circa il 10% della popolazione), provocando una vera e propria carneficina. Sicurezza egiziana che pure ha rinvenuto e disinnescato altri due ordigni esplosivi nella moschea Sidi Abdel Rahim di Tanta.

Anche in chiesa Tanta in azione un kamikaze - Anche l'esplosione nella chiesa copta di Tanta, a nord del Cairo, potrebbe essere stata provocata da un kamikaze. Nemmeno il tempo di realizzare quanto accaduto che arrivava la notizia di una seconda esplosione in un altro edificio religioso copto, stavolta ad Alessandria d'Egitto, nella chiesa di San Marco. Secondo la Costituzione, i deputati hanno sette giorni dall'annuncio del presidente per approvare o respingere la decisione.


Popolare

COLLEGARE