Attacco di San Pietroburgo: arrestato il sospetto terrorista a Mosca

È quanto scrive oggi la Bbc online citando ufficiali dei servizi di sicurezza russa. L'uomo, nato nel 1990, si chiama Azimov Abror Akhralovich e "attualmente è sotto indagine presso la Commissione indagini di Mosca". Si tratta della nona persona arrestata nell'inchiesta sull'attacco compiuto dal kamikaze kirghiso di 22 anni, Akbardjon Djalilov.

"Uno degli agenti - si legge nel comunicato dell'FSB - ha chiesto a quell'uomo se si rendeva conto di quello che stava succedendo". Jalilov probabilmente avrebbe dovuto piazzare gli ordigni in due punti diversi della metro per massimizzare l'impatto e poi fuggire ma le bombe sarebbero state innescate a sua insaputa da una telefonata attraverso dei cellulari. Secondo i dati del Comitato Investigativo della Russia, l'autore dell'attentato ha prima lasciato una finta bomba alla stazione di Nevsky e poi si è fatto esplodere su un vagone di un treno della metropolitana della città. L'attentato è stato commesso nello stesso giorno in cui il presidente russo Vladimir Putin era a San Pietroburgo.


Popolare

COLLEGARE