Venezia, rapinatori sparano fumogeni tra la folla: paura in piazza San Marco

Allo scoppio sono intervenute - secondo fonti dei carabinieri - le pattuglie delle varie forze dell'ordine che garantiscono il servizio di sicurezza anche anti-terrorismo in Piazza San Marco. Altri lettori ci chiamavano allarmati per sapere se il fumo potesse essere collegato in qualche modo agli 'allarmi bomba'.

Nel tentativo - fallito - di assaltare una gioielleria, alcuni rapinatori hanno acceso dei fumogeni - uno dei quali posizionato alla base del celebre Campanile - per riuscire a entrare indisturbati nel locale. Per coprirsi le spalle, mentre si dileguavano tra i turisti, i delinquenti hanno fatto ricorso a un fumogeno che in pochi minuti ha coperto di nebbia la piazza, seminando paura e preoccupazione tra le persone ignare dell'accaduto. "Questo dimostra che la piazza va tenuta maggiormente sotto controllo - aggiunge -, con una sorveglianza più stretta, avvalendosi anche di telecamere a circuito chiuso, monitorate con continuità". I malviventi, secondo la prima ricostruzione dei carabinieri, sarebbero stati almeno due.

Turchia: "Futuro Europa non sarà affatto piacevole"
Ovvero l'"eliminazione" dell'europeo a favore dei popoli emigranti e degli immigrati. Io vi sfido a vietare la kippah ".

I banditi hanno tentato il colpo in una notissima gioielleria. Inizialmente si è ipotizzato fosse un attentato poi un incendio al campanile di piazza San Marco. Che si sono ritrovati a mani vuote.

Minuti di panico in Piazza San Marco a Venezia. I malviventi sono così riusciti a dileguarsi.


Popolare

COLLEGARE