Toto nomine: Profumo a Leonardo al posto di Moretti

Stesso dicasi per Francesco Starace, che in questi anni ha optato per la riunificazione sotto lo stesso cappello di Enel ed Enel Green Power, facendo del gruppo elettrico una società sempre più verde, capace però anche di guardare oltre l'energia, allo sviluppo della banda ultralarga. Ma nulla da fare. Rimane l'amministratore delegato Roberta Neri mentre arriva un nuovo presidente, Roberto Scaramella, manager esperto nel settore del trasporto aereo, al posto di Ferdinando Falco Beccalli, al quale pure è andato il ringraziamento del Mef. Con riferimento, infine, alle prossime mosse, la rotta è stata indicata dall'ultimo piano, i cui assi principali sono rammentati nel comunicato diffuso oggi dalla società: 4 miliardi di investimenti sulla rete nazionale nei prossimi cinque anni, con un incremento del 30% sul piano precedente e con un impegno di 900 milioni già nel 2017. Sarebbe questo, secondo diverse indiscrezioni di stampo, il prossimo cambio di casacca di Alessandro Profumo. Luca Bader 5. Marina Calderone 6.

In bilico dovrebbe essere anche Francesco Caio, amministratore delegato di Poste. Nel board rimangono confermati Maria Teresa Di Matteo, Nicola Maione e Mario Vinzia.

ENI E ENEL Tutto uguale a prima in Eni ed Enel. E confermata alla presidenza anche Emma Marcegaglia, che pure sembrava in bilico. Entra Domenico Trombone mentre la lista del Tesoro conferma Andrea Gemma, Diva Moriani e Fabrizio Pagani. Paola Camagni (Sindaco effettivo) 2. Nei mesi scorsi, il suo nome circolava per un possibile approdo all'Eni al posto di Descalzi.

Nella società elettrica si ripropone il tandem con Patrizia Grieco al vertice e Francesco Starace alla guida operativa. I nominativi che compongono la lista, fa sapere il Mef, "sono stati individuati secondo una procedura di selezione, svolta - in linea con quanto disposto dalla Direttiva del Ministro dell'economia e delle finanze sulle procedure di individuazione dei componenti degli organi sociali delle società partecipate dal Ministero - con il supporto di primarie società di consulenza per la selezione e il reclutamento manageriale (Eric Salmon & Partners, Korn Ferry, Spencer Stuart), sulla base di criteri di professionalità e secondo prassi di uso comune di mercato".


Popolare

COLLEGARE