Titolare di un bar-ristorante trova i ladri e spara, un morto

E' indagato per omicidio volontario Mario Cattaneo, il ristoratore 67enne che la notte scorsa ha ucciso un ladro a Casaletto Lodigiano, secondo una prima ricostruzione sparandogli alla schiena con un fucile.

Un caso di tentato furto si è trasformato in tragedia a Casaletto Lodigiano (Lodi). Il titolare, Mario Cattaneo, 67 anni, che vive sopra il locale, dopo aver sentito divelgere una saracinesca, si è alzato, è sceso e ha scoperto i ladri.

Secondo quanto è emerso, la vittima, alle 3.40 aveva provato a introdursi nel ristorante. Il ristoratore è stato ricoverato all'ospedale Maggiore di Lodi, dove si trova tuttora, per lesioni a un arto inferiore e a uno superiore.

I complici inizialmente hanno cercato di portare con loro il ladro colpito e rimasto a terra, ma poco dopo hanno desistito e l'hanno lasciato nei pressi del locale. A breve sarà sentito dagli inquirenti. IL TESTIMONE C'è un testimone di quanto accaduto la notte scorsa.

Naturalmente, il segretario della Lega Nord Matteo Salvini non ha perso occasione per intervenire su Facebook: " Che il parlamento approvi subito la proposta della lega sulla legittima difesa, sempre e comunque.

Ha sorpreso un gruppo di quattro malviventi all'interno della sua attività, un bar tabaccheria di Gugnano, in provincia di Lodi e, nel tentativo di fermare la rapina in atto, ha sparato con il suo fucile da caccia, uccidendo praticamente sul colpo un componente della banda. E Il figlio gridava al padre: "'Perché hai caricato il fucile?'". In questo "drammatico momento" rappresentato dall'uccisione di un ladro nel ristorante di cui sono titolari Mario Cattaneo e i suoi familiari, "diamo loro la nostra piena solidarietà e la vicinanza di tutta la nostra gente".


Popolare

COLLEGARE