Schiaffi e insulti ai bambini, sospese due maestre a Oppido Mamertina

È questa l'accusa rivolta a due insegnanti, M.C. e B.S. di 49 anni, alle quali i carabinieri hanno notificato un'ordinanza di sospensione dall'attività, emessa dal gip del Tribunale di Palmi.

Due maestre delle scuole elementari sono state sospese dal loro lavoro in una scuola elementare di Oppido Mamertina, in provincia di Reggio Calabria. Le immagini registrate hanno svelato un vero e proprio regime di terrore instaurato dalle due maestre che, in dialetto stretto, pronunciavano orrori del tipo: "Ti spacco la faccia, ti taglio le mani". I genitori si erano rivolti ai carabinieri dopo aver notato sui propri figli diverse lesioni sul corpo e, in modo particolare, al volto. Due maestre, entrambi 49enni, sono state sospese per aver picchiato e minacciato due alunni.

Grazie alle analisi dei filmati delle telecamere di sorveglianza installate all'interno dell'istututo all'insaputa delle maestre, è stato accertato che, in diverse occasioni, le insegnanti avrebbero maltrattato i piccoli alunni, vittime anche di minacce ed insulti. In un altro episodio catturato dai video i bambini vengono spinti all'esterno dell'aula per essere subito dopo costretti a rientrare in fila indiana sotto la minaccia di maltrattamenti.

I militari, in coordinamento con la Procura di Palmi, hanno quindi installato alcune telecamere nella scuola alla ricerca di eventuali maltrattamenti perpetrati ai danni degli alunni da parte delle maestre.

Prima di picchiarli con violenti schiaffi al volto le due urlavano per richiamare l'attenzione dei bambini.


Popolare

COLLEGARE