Milano, aggredito e rapinato lo stilista Alviero martini

Ore 10.45 di martedì.

Un 7 marzo cominciato all'insegna della paura quello di Alviero Martini. Così hanno chiesto ad Alviero Martini di consegnarli immediatamente il suo portafogli - contenente 100 euro - oltre ad un braccialetto d'oro e una borsa che conteneva ben 20 orologi di valore che lo stilista di moda stava portando a riparare. Martini è andato in ospedale per farsi medicare, ha riportato un livido sul polso provocato dal coltello che hanno usato per staccargli il braccialetto e qualche piccola contusione.

"E' incredibile - commenta lo stilista - che possa succedere una cosa del genere alle 10.45 del mattino, in una zona della città così centrale e viva".

Istat: disoccupazione 2016 cala a 11,7%
Inoltre "un elemento rilevante nel 2016 è costituto dalla diminuzione degli inattivi di circa 410 mila unità". Con l'aumento registrato nel 2016 di 293.000 unità il 2016 ha riportato l'occupazione sopra i livelli 2009.

"Alla fine non mi sono fatto nulla", continua lo stilista, "ma chi me lo dice che, se avessi reagito, questi ragazzotti non mi avrebbero fatto del male?" Voglio dire al sindaco Sala che questo degrado va arginato e fermato. "Questa immigrazione disordinata va bloccata a prescindere dall'etnia - si è sfogato l'autore della linea Prima Classe, diventato famoso proprio grazie alle borse da viaggio con le mappe del mondo - io non sono in grado di indicare una soluzione, ma questa piaga va fermata".

Quando negli anni 90 mi sono innamorato di questa città e l'ho scelta come dimora, non era così. E "militari e telecamere non bastano più, è urgente una riorganizzazione della Polizia locale", è il commento del coordinatore di Forza Italia a Milano, Fabio Altitonante.


Popolare

COLLEGARE